I tarli del legno: come riconoscerli ed eliminarli

Come eliminare i tarli del legno

Le travi in legno, i mobili e talvolta anche gli oggetti e i complementi di arredo possono venire attaccati dai tarli, dei piccoli insetti che sono capaci di rosicchiare diverse essenze praticando dei lunghi fori che finiscono per ledere qualsiasi costruzione fabbricata con questo nobile materiale. L’acero, il castagno, il faggio ma anche il rovere e il noce possono subire danni dal tarlo, così come la maggior parte delle conifere e delle latifoglie.
Ma come eliminare i tarli dal legno? Grazie ai consigli degli Specialisti della Disinfestazione scopriamo che in primo luogo è importante riconoscere questo coleottero infestante, nonchè le tracce che usa lasciare del suo passaggio; gli indizi sono molti e si passa dalla presenza di segatura sparsa nelle vicinanze al caratteristico rumore prodotto dall’insetto durante la sua azione “escavatrice”.
In seconda battuta è necessario correre ai ripari con un trattamento tarli del legno evitando di compiere azioni completamente sbagliate, alcune delle quali corrispondono a veri e propri miti della lotta ai tarli, affidandosi piuttosto a soluzioni moderne davvero infallibili, di cui sono un esempio la tecnica del pallone in pvc e il sistema a microonde.
Possiamo affermare che anche la disinfestazione dei tarli incontra il potere della tecnologia.

Il sistema a microonde contro i tarli

Vediamo come uccidere i tarli quando infestano parti della struttura principale della casa, come le travi del solaio e del tetto, oppure i listoni che compongono il parquet.
Il sistema a microonde consiste nell’impiego di una sofisticata attrezzatura che rende possibile scaldare le travi attraverso l’emissione di tali radiazioni, una metodologia che garantisce la totale eliminazione degli insetti.
Nello specifico, la disinfestazione dei tarli è basata sull’installazione di un trippiede dotato di antenna direttamente sulla parte interessata; a tale dispositivo sarà collegato un pratico telecomando che incorpora alcuni sensori di sicurezza. Si procede quindi con l’attivazione del sistema che permette di riscaldare la trave infestata fino a una temperatura di 75 gradi centigradi; in tal senso è doveroso ricordare che il legno tollera temperature fino 200 gradi senza alcun rischio d’incendio e che è completamente trasparente alle microonde, un fatto che garantisce l’efficacia di questa tecnologia su qualsiasi struttura.
Ecco come eliminare i tarli dalle travi senza utilizzare prodotti chimici; parliamo infatti di liquidi tossici da applicare a pennello, una soluzione poco efficace in quanto il legno è idrofobo e tende a respingere i fluidi. Ancora peggio sarebbe tentare di siringare soluzioni antitarlo nei forellini, oppure improvvisare sistemi a spruzzo o ad alta pressione, tutte metodologie molto invasive che possono risultare dannose anche per la salute dell’uomo.

Il pallone in PVC per il trattamento tarli del legno

In questo caso siamo di fronte a un’ulteriore novità. Come eliminare il tarlo del legno con un pallone in PVC?
Il sistema è utile per disinfestare i mobili o altri oggetti in legno che sono amovibili, quindi non facenti parte della struttura dell’immobile; si tratta di utilizzare un involucro in pvc, chiamato pallone, che verrà successivamente privato dell’aria al suo interno mediante una pompa. Una volta creato il sottovuoto si procede con l’inserimento all’interno del pallone di anidride carbonica fino al raggiungimento della saturazione, che sarà evidenziata da un apposito strumento; la disinfestazione dei tarli è garantita dopo 18 giorni, un periodo di tempo sufficiente per eliminare qualsiasi insetto presente all’interno delgi elementi in legno sottoposti al trattamento.
Eliminare il tarlo del legno è dunque possibile in maniera totalmente ecologica, senza imbrattare i locali con liquidi a base di petrolio o emanando vapori nocivi che possono compromettere la salute delle persone esposte, durante e dopo l’intervento.