Portarsi il notebook in vacanza: pro e contro

Portarsi il notebook in viaggio: qual è la vostra opinione? Siete dibattuti, vero? Avere il computer con sé in viaggio, infatti, ha i suoi pro e i suoi contro. Prima di tutto però, va chiarito se il PC verrà utilizzato o meno durante la vacanza: se, infatti, partite con il computer avendo però il dubbio se possa realmente servire, vi consigliamo di lasciarlo a casa; allo stesso modo, se l’attività per cui avete scelto di utilizzare il computer è la navigazione su Internet o la lettura delle email, con ogni probabilità il PC non vi serve realmente in quanto potete fare tutto questo con uno smartphone o, in alternativa, un tablet. Detto questo, presentiamo ora a grandi linee quelli che saranno i temi trattati nel nostro approfondimento: in primis parleremo dei vantaggi nell’avere un computer in viaggio, elencando tutti i pro di questa scelta; nella seconda parte dell’articolo ci occuperemo invece dei contro, realizzando una lista di tutti gli svantaggi collegati alla scelta di portare il notebook in vacanza.

I vantaggi di avere il notebook in viaggio

Se si possiede un prodotto efficente, leggero e compatto al punto giusto, (qui puoi trovare i migliori notebook disponibili sul mercato) avere il notebook in viaggio consente di lavorare ovunque, indipendentemente da dove vi troviate, che sia un treno o un aereo, così come un ostello, dal momento che potrete sempre lavorare offline per poi pubblicare il lavoro svolto una volta che si è connessi a una rete WiFi.

Un altro importante plus offerto dall’avere il PC durante la vacanza è rappresentato dalla possibilità di trasferire le foto dalla propria fotocamera al computer, dove poi verranno salvate. Se siete appassionati di fotografia, per esempio, la scelta di portare il computer in viaggio è inevitabile.

Non bisogna nemmeno sottovalutare il fatto che portarsi da casa il computer per andare in vacanza spesso si rivela una decisione corretta da un punto di vista strettamente tecnologico, perché si ha la certezza di poter contare su un dispositivo moderno, cosa che invece non sempre avviene nei luoghi pubblici o internet café.

Un ulteriore pro del portarsi il notebook in vacanza è dato dall’opportunità di collegarsi a Internet gratis e ovunque, dal momento che ormai numerose strutture (dagli alberghi agli aeroporti, perfino i ristoranti) mettono a disposizione dei loro clienti e, più in generale, delle persone la connessione Wi-Fi gratuita.

Il quinto e ultimo vantaggio è l’avere uno strumento in grado di combattere la noia nei momenti di stanca di un viaggio. Capita infatti che alla sera, dopo essere stati a lungo fuori, ci si voglia svagare un po’ magari guardando un film, ascoltanto un po’ di musica oppure leggendo un libro.

Gli svantaggi di avere un notebook in vacanza

Così come ci sono i vantaggi, allo stesso modo avere un notebook in vacanza presenta anche dei contro da tenere in seria considerazione quando si prepara la valigia per andare all’estero e staccare la spina. Un aspetto cruciale riguarda la sicurezza: se portate infatti il PC in viaggio è praticamente certo che resterete sempre con il pensiero che il notebook possa essere rubato da qualche malintenzionato oppure danneggiato durante il viaggio stesso. Il consiglio è di proteggere con un lucchetto la borsa o lo zaino dove si sceglie di mantenere il computer, e di lasciarlo dentro l’eventuale armadietto o cassaforte della stanza di hotel in cui dormite. Ovviamente, non va mai lasciato incustodito quando ci si trova nei luoghi pubblici, come può essere l’aeroporto, un bar, un ristorante o un parco.

Un altro svantaggio di non poco conto è rappresentato dall’isolarsi davanti al PC anche quando si è in vacanza, periodo dell’anno in cui in teoria si dovrebbe pensare più a divertirsi con le altre persone e a scoprire la città che si è scelto di visitare. Inoltre, se si è in un luogo pubblico, come ad esempio un aeroporto o un internet café, bisogna sempre ricordarsi di dover rispettare orari precisi.

Infine, c’è la questione sia dell’ingombro che del peso: viaggiare con il notebook in vacanza comporta delle rinunce per quanto riguarda il contenuto del bagaglio a mano, soprattutto se si deve partire con una compagnia aerea low cost. Allo stesso modo, non è la scelta ideale per chi è abituato a viaggiare leggero, con il solo zaino in spalla.

Back to Top