Bagaglio, spese mediche e cancellazione: i must have che deve avere una polizza di viaggio

Scegliere una valida polizza di viaggio è spesso uno degli aspetti più complessi dell’organizzazione di un viaggio. Ogni topologia è diversa ed è bene leggere attentamente i fogli informativi. Detto questo, ci sono dei must have che la polizza prescelta deve assolutamente avere, e questi sono bagaglio, spese mediche  e cancellazione. Scopriamoli meglio.

L’assicurazione del bagaglio

Stipulare l’assicurazione bagaglio generalmente non è obbligatorio poiché si tratta di una copertura opzionale, ma è consigliata per proteggersi da eventuali problemi come la mancata consegna dei bagagli in aeroporto o in caso di furti. Se arrivati a destinazione non doveste ricevere il bagaglio, sarebbe assai spiacevole cominciare il viaggio senza ambiti di ricambio, medicinali e tutto ciò che avevate messo in valigia. Nel caso di furto, invece, attivando l’assicurazione bagaglio avrete il rimborso in denaro corrispondente al valore degli oggetti rubati.

Alcune polizze includono l’assicurazione per il danneggiamento, lo smarrimento o il furto del bagaglio mentre in altre polizze queste sono opzionali e pertanto è previsto un extra da pagare se volete aggiungerla. Con il termine bagaglio generalmente intendiamo la valigia e il suo contenuto ma anche gli abiti che il viaggiatore indossa, articoli per l’igiene personale, attrezzi sportivi, macchine fotografiche e videocamere e, più in generale, gli effetti personali che il viaggiatore ha con sé.

L’assicurazione sul bagaglio non ricopre casi in cui il bagaglio vada smarrito o venga rubato per colpa del viaggiatore, per esempio se questo lascia una valigia nella macchina senza chiuderla a chiave. Generalmente, nella versione base, l’assicurazione bagaglio non copre lo smarrimento o il furto di documenti, assegni o denaro per proteggere i quali è necessario stipulare un’assicurazione specifica. La protezione sul bagaglio è una clausola che ogni compagnia di assicurazione inserisce nella polizza perché è tra le più ricercate, soprattutto per i viaggi lunghi in cui il periodo trascorso all’estero è superiore alle due settimane e per i voli intercontinentali. La protezione del bagaglio è un tema molto caro ai viaggiatori e nel sito dedicato ai viaggi Travellairs questo tema è stato trattato più volte, arrivando anche a offrire un codice promozionale Columbus per coloro che desiderano aggiungere questa sezione all’interno della propria polizza prima d’iniziare una vacanza.

La protezione sanitaria

L’assicurazione sanitaria è fondamentale, specialmente per chi viaggia in Paesi lontani dall’Europa, con una rete sanitaria che non può essere considerata di livello equivalente alla nostra oppure in quei luoghi, come gli Stati Uniti, ma anche il Giappone, il Canada, la Turchia, la Thailandia e la Cina, in cui le spese sanitarie sono a pagamento e spesso hanno costi elevati.

È consigliabile, tuttavia, assicurarsi per proteggersi da spese mediche anche per viaggi in Italia e in Europa. Alcuni Paesi, fra cui Cuba, Russia, Iran e Algeria, solo per nominarne alcuni, richiedono ai viaggiatori l’obbligo di stipulare una polizza sanitaria.

È importante, al momento della lettura dei fogli informativi, capire per bene cosa include la polizza scelta in termini di copertura di spese mediche. Ci sono dei massimali che possono variare da una polizza a un’altra, inoltre è bene scegliere una polizza che copra l’assistenza medica, magari con video chiamate o chiamate a medici in Italia, spedizione nel Paese di medicinali non reperibili lì, l’invio, quando necessario, di un famigliare, il rientro sanitario del viaggiatore ferito, la possibilità di avere un interprete e queste protezioni devono scattare anche in caso di terrorismo o altri gravi eventi non prevedibili.

Adesso, con la pandemia da Covid-19, è importante che la polizza sanitaria tuteli il viaggiatore in caso di contrazione del Covid-19, sostenendo ad esempio le spese per il prolungamento della permanenza all’estero. Poco tempo fa è uscito anche un interessante articolo di Repubblica in cui la fine della pandemia e l’inizio di un nuovo periodo ha portato sempre più italiani ad assicurare la propria vacanza per metterersi al riparo dagli imprevisti.

Cancellazione per eventi imprevisti

L’assicurazione annullamento viaggio protegge il viaggiatore quando questo deve cancellare la vacanza, permettendogli di limitare al massimo le perdite economiche e di organizzare il viaggio con largo anticipo, se lo desidera, beneficiando di tariffe agevolate.

Solitamente la polizza per il rimborso per l’annullamento scatta in caso di malattia, infortunio, decesso (anche di un famigliare), danni all’abitazione o ai luoghi di lavoro che esigono la presenza del viaggiatore, nomina a testimonia o giurato resa alle autorità giudiziarie e ritardo superiore alle 24 ore sul luogo di partenza causato da un imprevisto. Per essere sicuri del procedimento e di cos’è compreso nell’assicurazione di annullamento della polizza da voi prescelta, consultate il Servizio Clienti.